Per i cinesi, il blu è il colore dell’immortalità, in occidente è spesso usato in ambito aziendale come come sinonimo di diligenza, imparzialità, correttezza, disciplina.

Negli ultimi tempi però, viene adoperato nell’industria cinematografica per trasmettere isolamento, sconforto, disagio, paura…